6 ottobre 2011

Bruno Magatti è ufficialmente un candidato per le primarie del centrosinistra a Como.

Bruno Magatti e Paolo Sinigaglia in conferenza stampa

Bruno Magatti e Paolo Sinigaglia in conferenza stampa

Il consigliere comunale di Paco ha ufficializzato la propria candidatura in una conferenza stampa a Palazzo Cernezzi, presentato da un Comitato di cittadini: riportiamo qui un estratto del documento distribuito.

Il “Comitato per Bruno Magatti Sindaco” ha chiesto al Consigliere comunale di correre nelle primarie del centrosinistra per portare avanti l’idea di ricostruzione della città delineata in tutti gli anni di attività politica.

Bruno Magatti è l’espressione di quella forza in grado di cambiare la città anche dall’opposizione (con delibere d’indirizzo, con i referendum): è il nucleo di quella capacità di governo che il centrodestra ha dimostrato di non possedere.

La forza e coerenza delle idee unita alla mitezza nelle forme ne fanno un candidato ideale, in grado di animare un movimento aperto ai cittadini, inclusivo, che sappia dialogare con tutti i gruppi e le risorse presenti in città.

Il contrario insomma dell’antipolitica: una persona in grado di costruire uno spazio di dialogo tra i partiti e i cittadini, perché le idee per funzionare hanno bisogno di gruppi che le sostengano.

Bruno Magatti è sostenuto infatti anche da Paco – Progetto per Amministrare Como, Sinistra Ecologia Libertà, mentre il PSI si riunirà nei prossimi giorni per decidere.

Magatti ha dichiarato di non voler fare il comprimario in questa competizione in cui la scelta del candidato sindaco di tutta la coalizione è lasciata al cittadino e non più alle segreterie dei partiti. Ha poi detto di aver stima degli altri concorrenti e di essere pronto a lavorare per il vincitore delle Primarie, qualsiasi sia l’esito finale.

Convinto anche il sostegno di Vincenzo Sapere, Consigliere comunale socialista che si è detto certo dell’appoggio del PSI. Secondo lui l’esperienza, la capacità di individuare le priorità per la città, l’attitudine al dialogo e alla mediazione, sono le qualità principali di Magatti, utili per risolvere i problemi che la prossima amministrazione erediterà dallo sfascio del centrodestra.

Eugenio Secchi di SEL si è detto convinto che Magatti potrà vincere e portare avanti quel cambiamento atteso dalla città, proprio come le esperienze di Milano e Cagliari nelle scorse amministrative lasciano intravedere.

Non sono stati approfonditi i temi programmatici della campagna tranne un accenno al Campus universitario come atto di fiducia nel futuro di questa città. Quello che è sicuro è che si tratta di una personalità e di compagni di viaggio credibili che possono esprimere un governo della città alternativo a quello degli ultimi 17 anni: in conferenza stampa è stato citato il paragone con l’avventura di Giuliano Pisapia a Milano.


Riportiamo un primo elenco dei cittadini del “Comitato per Bruno Magatti Sindaco”.

  • Flavio Bogani (Commerciante, impegnato nel volontariato sociale)
  • Piero Camporini (Insegnante)
  • Filiberto Crisci (Comitato lombardo vita indipendente)
  • Angelo Dal Sasso (Architetto, paesaggista)
  • Mauro Fogliaresi (Filosofo, impegnato nel volontariato sociale)
  • Fiammetta Lang (Presidente di Italia Nostra Como)
  • Oscar Mella (Insegnante)
  • Vittorio Mottin (Insegnante, pittore)
  • Luigi Nessi (ex consigliere comunale, impegnato nel volontariato sociale)
  • Nicoletta Pirotta (Psicologa, operatore sociale)
  • Ida Sala (Comitato lombardo vita indipendente)
  • Vincenzo Sapere (Consigliere comunale)
  • Eugenio Secchi (Associazione italiana agricoltura biologica)
  • Paolo Sinigaglia (Libero professionista, impegnato nel volontariato sociale)
  • Gabriele Stampa (Medico psichiatra)
  • Angelo Vavassori (Agronomo)

Infine ecco come è stata resa la notizia sulla stampa locale:

0saves
Se ti piace questo post lascia un commento oppure iscriviti all'RSS feed per avere gli aggiornamenti direttamente sul tuo lettore.

4 Responses to “Bruno Magatti candidato alle Primarie di Como”

… come a Roma, … troppi professori ! Manca un idraulico, un operaio e uno che si sporca le mani a fare il suo lavoro !

laghee
aprile 20th, 2012

Abbiamo anche quelli!
In ogni caso i Prof. di Roma stanno facendo bene, quindi…
😉

aprile 20th, 2012

se per te stanno facendo bene, vuol dire che , come diceva “qualcuno”
… le tasse sono bellissime !

laghee
aprile 22nd, 2012

L’alternativa sarebbe stata il fallimento che non è un pranzo di gala. Qui un ipotetico scenario: L’Italia è fallita. Lettera da un blog del 2015

aprile 22nd, 2012